Lviainform@ luglio 2015

 
logo lviainforna

Luglio 2015

 

Assemblea soci LVIA: elette le nuove cariche associative

 

Sabato 27 giugno a Torino si è svolta l’assemblea dei soci di LVIA, che sono arrivati per l’occasione dalle diverse città d’Italia dove sono attivi i gruppi territoriali dell'Associazione. LVIA ha rinnovato i suoi organi associativi: un nuovo Presidente e un nuovo Consiglio per accompagnare i prossimi 3 anni di lavoro.

Ezio Elia è il nuovo Presidente e sostituisce Alessandro Bobba: volontario con LVIA in Burkina Faso dall’89 al ‘91 ed in Albania nel ‘92, ha continuato il suo impegno in Italia come consigliere e di recente come vicepresidente. Il Consiglio, organo di indirizzo e di consultazione, con il suo rinnovo vede aumentata la partecipazione di soci giovani.

 Leggi la notizia sul sito LVIA

 

afriche2 italia solidale2

Piattaforma Re-sources: rete mondiale per una gestione sostenibile dei rifiuti solidi

Il 3 luglio è stata la "Giornata Mondiale senza sacchetti di plastica", che non solo creano molteplici e gravissimi danni all'ambiente, ma a fronte di un "vita media" di soli 12 minuti, necessitano di 400 anni per essere smaltiti.

Per fronteggiare la proliferazione non controllata dei rifiuti nel continente africano, LVIA ha avviato diversi progetti in questi decenni. Dal 2013 partecipa in Burkina Faso alla Piattaforma Re-Sources, una rete mondiale nata con l'obiettivo di portare a conoscenza dei decisori pubblici dei messaggi chiari sulle strategie da adottare per la riduzione, il riutilizzo e la valorizzazione dei rifiuti. 

Maggiori informazioni sul progetto qui  

Burundi: scontri in attesa dei risultati elettorali 

In Burundi lunedì 29 giugno sono state indette unilateralmente dal governo le elezioni legislative ed amministrative a cui seguiranno, il prossimo 15 luglio, le elezioni presidenziali.

Simone Teggi, rappresentante LVIA nel paese ci racconta: "Il clima che si respira è molto teso. Il giorno prima del voto, infatti, ci sono stati spari ed esplosioni di granate in alcune zone della capitale Bujumbura. Alcuni seggi sono stati attaccati. Nei quartieri che più fortemente hanno protestato contro un terzo mandato del presidente uscente, ci sono stati scontri d’arma da fuoco, granate e anche in alcuni casi artiglieria. Si registrano alcune vittime in questi giorni tra la popolazione civile e, con queste violenze, la paura del ritorno a una guerra civile si fa più vivo, insieme al ricordo della crisi del 1994.”

Leggi tutta la testimonianza sul sito 

Scopri le attività LVIA nel Paese

 

Immigrazione: non categorizziamo la disperazione

Il 26 giugno l'Europa ha accettato la redistribuzione in 2 anni di 40mila donne e uomini arrivati sulle coste italiane e greche.

Un piccolo passo che evidenzia finalmente una politica europea. Un segno di solidarietà? A metà, forse, visto che lo stesso Presidente del Consiglio italiano ha detto chiaramente in sede europea “I richiedenti asilo vengano accolti, i migranti economici siano rimpatriati”. Molte le associazioni che rifiutano questa gerarchizzazione della disperazione e anche LVIA ritiene che non si possano chiudere gli occhi davanti alle condizioni di miseria nel Sud del mondo, che nella maggior parte dei casi sono il prodotto dello sfruttamento attuato per anni dai paesi del Nord del mondo.

Secondo il Ministero dell’Interno dall’inizio dell’anno sono 59mila i migranti entrati via mare in Italia: le richieste d’asilo sono state 22mila, ma lo status di rifugiato è stato concesso solo nel 6% dei casi.

Da questi dati sono partiti alcuni giovani amici di LVIA che in occasione dell’A-BIKE di domenica 28 giugno - pedalata enogastronomica e goliardica tra i bar della città di Alba - cogliendo la provocazione del tema del travestimento, “le nazioni”, hanno lanciato l’idea di rappresentare lo “Stato dei Migranti” con l'hashtag #tuttisullastessabarca.

 Continua a leggere l'articolo sul sito LVIA

 

La Regione Piemonte "scende in campo" contro lo spreco alimentare

La notizia è davvero eclatante: il Consiglio regionale della Regione Piemonte ha votato all’unanimità una legge di grande portata innovativa che si incentra sul recupero dei prodotti agroalimentari prossimi alla scadenza e destinati all'eliminazione dal circuito commerciale, su prodotti agricoli non raccolti rimasti nei campi e i pasti non serviti dalla ristorazione, al fine di sostenere le fasce di popolazione più deboli, consentire una riduzione dei rifiuti destinati alla discarica, ridurre i costi di smaltimento.

La legge si inserisce a pieno titolo all’interno dell’attuale dibattito mediatico, nell'anno che vede così tanti appuntamenti sul cibo e l'alimentazione e a poche settimane dall’approvazione da parte dell’Assemblea Nazionale francese della legge che istituisce il reato di “spreco alimentare”, per cui non sarà più possibile per i supermercati smaltire l’invenduto gettandolo nella spazzatura quando ancora edibile. 

Scopri le nuove idee LVIA per la lotta allo spreco alimentare

segnalazioni

Abbiamo riso per una cosa seria: i risultati di LVIA 

 

LVIA ha aderito alla Campagna Abbiamo Riso per una cosa seria – la fame si vince in famiglia, promossa dalla FOCSIV e da 34 associazioni aderenti, a sostegno dell’agricoltura familiare come unico modello per garantire il diritto al cibo e la democrazia alimentare. LVIA attraverso la Campagna ha sostenuto il progetto “Un ponte di riso tra l’Italia e la Guinea” per supportare i produttori di riso di mangrovia nel Paese dell’Africa occidentale, valorizzando le tecniche di agricoltura locale e rafforzando la sicurezza alimentare di circa 40.000 mila persone.

Le piazze coinvolte dai banchetti LVIA sono state 20 in tutta Italia, da Cuneo a Palermo, dal Veneto alla Sardegna passando per Emilia-Romagna e Abruzzo, e l’iniziativa ha visto l’impegno di circa 60 volontari. Sono stati raccolti circa 10.000 euro.

 

Incontri LVIA "Per saperne di più: i progetti in Africa" a Sangano

Martedì 14 luglio presso la sala del Consiglio Comunale, via Bonino, 1  a Sangano (TO), il gruppo territoriale LVIA Sangano organizza un interessante incontro informativo e formativo, aperto a tutta la cittadinanza, con l'obiettivo di far conoscere l'Associazione in tutta la sua realtà e le sue attività in Italia e all'estero. 

Sarà un'occasione  per approfondire e dialogare con esponenti dell'associazione impegnati in prima linea  nei progetti in Africa e in Albania.

 

Trova l'evento su  e non mancare

Come sostenere LVIA?

sostienici

Seguici su    e su www.lvia.it

Segui la campagna  anche sulla pagina Facebook 

 

 

logo lviainforna

Luglio 2015

 

Assemblea soci LVIA: elette le nuove cariche associative

 

Sabato 27 giugno a Torino si è svolta l’assemblea dei soci di LVIA, che sono arrivati per l’occasione dalle diverse città d’Italia dove sono attivi i gruppi territoriali dell'Associazione. LVIA ha rinnovato i suoi organi associativi: un nuovo Presidente e un nuovo Consiglio per accompagnare i prossimi 3 anni di lavoro.

Ezio Elia è il nuovo Presidente e sostituisce Alessandro Bobba: volontario con LVIA in Burkina Faso dall’89 al ‘91 ed in Albania nel ‘92, ha continuato il suo impegno in Italia come consigliere e di recente come vicepresidente. Il Consiglio, organo di indirizzo e di consultazione, con il suo rinnovo vede aumentata la partecipazione di soci giovani.

 Leggi la notizia sul sito LVIA

 

afriche2 italia solidale2

Piattaforma Re-sources: rete mondiale per una gestione sostenibile dei rifiuti solidi

Il 3 luglio è stata la "Giornata Mondiale senza sacchetti di plastica", che non solo creano molteplici e gravissimi danni all'ambiente, ma a fronte di un "vita media" di soli 12 minuti, necessitano di 400 anni per essere smaltiti.

Per fronteggiare la proliferazione non controllata dei rifiuti nel continente africano, LVIA ha avviato diversi progetti in questi decenni. Dal 2013 partecipa in Burkina Faso alla Piattaforma Re-Sources, una rete mondiale nata con l'obiettivo di portare a conoscenza dei decisori pubblici dei messaggi chiari sulle strategie da adottare per la riduzione, il riutilizzo e la valorizzazione dei rifiuti. 

Maggiori informazioni sul progetto qui  

Burundi: scontri in attesa dei risultati elettorali 

In Burundi lunedì 29 giugno sono state indette unilateralmente dal governo le elezioni legislative ed amministrative a cui seguiranno, il prossimo 15 luglio, le elezioni presidenziali.

Simone Teggi, rappresentante LVIA nel paese ci racconta: "Il clima che si respira è molto teso. Il giorno prima del voto, infatti, ci sono stati spari ed esplosioni di granate in alcune zone della capitale Bujumbura. Alcuni seggi sono stati attaccati. Nei quartieri che più fortemente hanno protestato contro un terzo mandato del presidente uscente, ci sono stati scontri d’arma da fuoco, granate e anche in alcuni casi artiglieria. Si registrano alcune vittime in questi giorni tra la popolazione civile e, con queste violenze, la paura del ritorno a una guerra civile si fa più vivo, insieme al ricordo della crisi del 1994.”

Leggi tutta la testimonianza sul sito 

Scopri le attività LVIA nel Paese

 

Immigrazione: non categorizziamo la disperazione

Il 26 giugno l'Europa ha accettato la redistribuzione in 2 anni di 40mila donne e uomini arrivati sulle coste italiane e greche.

Un piccolo passo che evidenzia finalmente una politica europea. Un segno di solidarietà? A metà, forse, visto che lo stesso Presidente del Consiglio italiano ha detto chiaramente in sede europea “I richiedenti asilo vengano accolti, i migranti economici siano rimpatriati”. Molte le associazioni che rifiutano questa gerarchizzazione della disperazione e anche LVIA ritiene che non si possano chiudere gli occhi davanti alle condizioni di miseria nel Sud del mondo, che nella maggior parte dei casi sono il prodotto dello sfruttamento attuato per anni dai paesi del Nord del mondo.

Secondo il Ministero dell’Interno dall’inizio dell’anno sono 59mila i migranti entrati via mare in Italia: le richieste d’asilo sono state 22mila, ma lo status di rifugiato è stato concesso solo nel 6% dei casi.

Da questi dati sono partiti alcuni giovani amici di LVIA che in occasione dell’A-BIKE di domenica 28 giugno - pedalata enogastronomica e goliardica tra i bar della città di Alba - cogliendo la provocazione del tema del travestimento, “le nazioni”, hanno lanciato l’idea di rappresentare lo “Stato dei Migranti” con l'hashtag #tuttisullastessabarca.

 Continua a leggere l'articolo sul sito LVIA

 

La Regione Piemonte "scende in campo" contro lo spreco alimentare

La notizia è davvero eclatante: il Consiglio regionale della Regione Piemonte ha votato all’unanimità una legge di grande portata innovativa che si incentra sul recupero dei prodotti agroalimentari prossimi alla scadenza e destinati all'eliminazione dal circuito commerciale, su prodotti agricoli non raccolti rimasti nei campi e i pasti non serviti dalla ristorazione, al fine di sostenere le fasce di popolazione più deboli, consentire una riduzione dei rifiuti destinati alla discarica, ridurre i costi di smaltimento.

La legge si inserisce a pieno titolo all’interno dell’attuale dibattito mediatico, nell'anno che vede così tanti appuntamenti sul cibo e l'alimentazione e a poche settimane dall’approvazione da parte dell’Assemblea Nazionale francese della legge che istituisce il reato di “spreco alimentare”, per cui non sarà più possibile per i supermercati smaltire l’invenduto gettandolo nella spazzatura quando ancora edibile. 

Scopri le nuove idee LVIA per la lotta allo spreco alimentare

segnalazioni

Abbiamo riso per una cosa seria: i risultati di LVIA 

 

LVIA ha aderito alla Campagna Abbiamo Riso per una cosa seria – la fame si vince in famiglia, promossa dalla FOCSIV e da 34 associazioni aderenti, a sostegno dell’agricoltura familiare come unico modello per garantire il diritto al cibo e la democrazia alimentare. LVIA attraverso la Campagna ha sostenuto il progetto “Un ponte di riso tra l’Italia e la Guinea” per supportare i produttori di riso di mangrovia nel Paese dell’Africa occidentale, valorizzando le tecniche di agricoltura locale e rafforzando la sicurezza alimentare di circa 40.000 mila persone.

Le piazze coinvolte dai banchetti LVIA sono state 20 in tutta Italia, da Cuneo a Palermo, dal Veneto alla Sardegna passando per Emilia-Romagna e Abruzzo, e l’iniziativa ha visto l’impegno di circa 60 volontari. Sono stati raccolti circa 10.000 euro.

 

Incontri LVIA "Per saperne di più: i progetti in Africa" a Sangano

Martedì 14 luglio presso la sala del Consiglio Comunale, via Bonino, 1  a Sangano (TO), il gruppo territoriale LVIA Sangano organizza un interessante incontro informativo e formativo, aperto a tutta la cittadinanza, con l'obiettivo di far conoscere l'Associazione in tutta la sua realtà e le sue attività in Italia e all'estero. 

Sarà un'occasione  per approfondire e dialogare con esponenti dell'associazione impegnati in prima linea  nei progetti in Africa e in Albania.

 

Trova l'evento su  e non mancare

Come sostenere LVIA?

sostienici

Seguici su    e su www.lvia.it

Segui la campagna  anche sulla pagina Facebook 

 

 

LVIA - Via Mons. Peano 8 b - 12100 Cuneo - c.f. 80018000044 - Contatti
Area Riservata - Privacy