Eventi

SEGUI IL FORUM DEI 50 ANNI LVIA e LA MOSTRA "PORTE APERTE LVIA": video e foto delle giornate

Il Forum dei 50 anni LVIA si è svolto il 9 e 10 dicembre a Cuneo.
Grazie al contributo dei tanti relatori, tra cui l’Europarlamentare Cecile Kyenge, il Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, il Vescovo dal Burkina Faso Mons. Ouedraogo, il rappresentante del Ministero Affari Esteri Simone de Santi, e tante associazioni, enti, amici e partecipanti, si sono sviluppati i temi della reciprocità internazionale, delle migrazioni e nuove povertà, dei diritti umani e del dialogo per la pace.
Tavole rotonde, approfondimenti, interviste, testimonianze personali, momenti toccanti di preghiera interreligiosa e ricordo dei volontari LVIA deceduti, hanno intervallato i due giorni del Forum.
De seguito, i contributi video e fotografici degli interventi e di alcuni momenti delle giornate e l’inaugurazione di "PORTE APERTE LVIA" a Palazzo Samone a Cuneo.
 
INVITO ALLA MOSTRA
"PORTE APERTE LVIA"
FLASH MOB
"ACQUA è VITA"
in occasione di "PORTE APERTE"
INAUGURAZIONE
"PORTE APERTE LVIA"
 
INVITO DEL PRESIDENTE
LVIA AL FORUM

 GALLERIE FOTOGRAFICHE

 
 
 
VENERDÌ 9 DICEMBRE
LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE: un percorso di reciprocità
 
Saluti di benvenuto
Ezio Elia,
Presidente LVIA (estratto dell'intervento
Federico Borgna,
Sindaco di Cuneo
Mons. Piero Delbosco,
Vescovo di Cuneo e Fossano
Intervento completo    
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Apertura dei lavori
Sergio Chiamparino, 
Presidente
Regione Piemonte
 
Come i valori fondanti dell'Unione Europea possono rilanciare e servire il dialogo ed i partenariati tra Africa ed Europa, in un'ottica di reciprocità 
 
 
On. Cecile Kyenge,
Europarlamentare, membro della Delegazione per le relazioni con il Parlamento PanAfricano
 

 

 

 

 

 

 
 
Le prospettive della Cooperazione Italiana 
Simone De Santi,
Ministero Affari Esteri e
Cooperazione Internazionale 
 

 

 

 

 

 

 
 
Testimonianze 
Abdullahi Ahmed,
rifugiato somalo e
oggi cittadino italiano

Gruppo musicale Coro Moro sulla loro esperienza di integrazione

 
Tavola rotonda
MIGRAZIONI E NUOVE POVERTÀ
Mons. Giancarlo Perego,
Fondazione Migrantes
Assessora Monica Cerutti,
Regione Piemonte
Umberto Salvi,
Consorzio ONG Piemontesi (intervento parziale)
 

 

 

 

 

 

 
 
 
 
 
Interventi mancanti:
Antonella Ricci (Fondazioni4Africa), Giovanni Armando (LVIA Senegal)
 
Tavola rotonda
IL RUOLO DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E QUELLO DELLE ONG
Gianfranco Cattai,
FOCSIV
Paolo Dieci,
Link2007
Giorgio Garelli,
Regione Piemonte 
Modou Gueye,
Associazione Sunugal
Massimo Pallottino,
LVIA
 
 
ORE 21 • TEATRO TOSELLI • CUNEO
SPETTACOLO MUSICALE CON
Kachupa
Coro Moro
Le Madamè
 
 
SABATO 10 DICEMBRE
SERVIRE LA PACE OGGI
PREGHIERA INTERRELIGIOSA 
condotta da
Mons. Ouedraogo (Vescovo di Koudougou - Burkina Faso)
Pastore Genre (Chiesa Valdese)
Ahmed Sahbani (Imam di Cuneo)
Apertura dei lavori: A. Bobba, LVIA (intervento mancante) 
 
 
 
In memoria dei volontari LVIA
deceduti 
 
 
 
Tavola rotonda 
CIBO, ACQUA, AMBIENTE: DIRITTI ANCORA NEGATI A MOLTI  
Andrea Stocchiero,
FOCSIV (estratto dell'intervento)
Luciano Scalettari,
Famiglia Cristiana
Maurizia Sandrini,
LVIA Kenya
Marco Alban,
LVIA Burkina Faso
Modou Gueye,
Associazione Sunugal

 

Tavola rotonda 
IL DIALOGO PER LA PACE
Mons. Joaquim Ouedraogo, 
Vescovo di Koudougou
Pastore Gianni Genre, 
Chiesa Valdese
Ussama Dannawi, 
Giovani Musulmani
d’Italia
Adriano Andruetto, 
COCOPA 
Ezio Elia,
LVIA

 

Conclusioni di Ezio Elia,
Presidente LVIA

 

Interviste 

Alberto Valmaggia,
assessore Regione Piemonte
e già Sindaco di Cuneo
Servizio del TG3 Piemonte
On. Cecile Kyenge,
Europarlamentare
Simone De Santi,
Ministero Affari Esteri e
Cooperazione Internazionale 
Mons. Giancarlo Perego,
Fondazione Migrantes
Gianfranco Cattai,
FOCSIV
       
       

 

 

GIORNATA MONDIALE DEL VOLONTARIATO. Ambiente, Educazione, Integrazione le tre priorità dell'Agenda 2030 e dei volontari premiati dal XXIII Premio del Volontariato Internazionale FOCSIV 2016

Il volontariato mostra, coerente con gli obiettivi di Agenda 2030, il suo lato più importante: quello di agire per la sostenibilità ambientale, lo sviluppo umano, il bene comune dei territori, delle comunità, delle persone e lo fa con alcuni dei suoi migliori elementi quelli che da 23 anni ricevono il Premio Volontariato Internazionale FOCSIV e che quest’anno ne sono insigniti a Palazzo Rospigliosi a Roma in occasione della Giornata Mondiale del Volontariato, istituita dalle Nazioni Unite.

Ambiente, educazione e integrazione sono le aree in cui sono impegnati i tre premiati della XXIII edizione del Premio Volontariato Internazionale FOCSIV 2016: Marco Alban, rappresentante di LVIA Burkina – Mali, vincitore del Premio Volontario Internazionale, Chiara Passatore, volontaria in Servizio Civile per IBO Italia in Romania, vincitrice del Premio Giovane Volontario Europeo, e di Samuel Murage Kingori,  Presidente per il National Government Constituency Development Fund della Regione di Nyahururu in Kenyae volontario per il Saint Martin CSA – Catholic Social Apostolate, vincitore del Premio Volontario del Sud.

Il programma della premiazione, sabato 3 dicembre 2016

Tre interventi in diverse aree del mondo con un unico comune denominatore: lo sviluppo umano come sistema di crescita per le comunità ed i Paesi. L'ambiente al centro della visione progettuale di Marco Alban in Burkina Faso a partire dallo smaltimento e dal riciclo della plastica, problema endemico in tante regioni dell'Africa, che consegue l'empowerment delle donne e che da risposte con il miglioramento dell'educazione, della malnutrizione, dell'accesso all'acqua e dello sviluppo agricolo. L'integrazione dei bambini della comunità rom e dei ragazzi a rischio di dispersione scolastica, in una delle regioni depresse della Romania, per Chiara Passatore è lo strumento che permette di far ora accedere all'educazione i bambini  più vulnerabili, ma che a lungo termine porta, per le nuove generazioni, alla certezza che si possa rompere il circolo vizioso della povertà e abbattere le divisioni. La consapevolezza che l'educazione sia l'unico mezzo per la crescita degli individui e dei Paesi passa, per Samuel Murage Kingori, dalla difesa dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, ad iniziare dalla difesa e dal miglioramento della qualità della vita dei bambini provenienti dalla strada o vittime di violenza, per i quali è  necessario, per prima cosa, protezione ed affetto.

A questi riconoscimenti si affiancano, come nella scorsa edizione, due Menzioni speciali consegnate a Suor Angel Bipendu Nama, medico del CISOM – Corpo Italiano di Soccorso dell'Ordine di Malta impegnata nel salvataggio dei migranti a bordo delle navi della Guardia Costiera, e Carlo Catanossi, Presidente del Gruppo Grifo Agroalimentare, produttori della “Caciotta della solidarietà” che permette di scongiurare la possibile chiusura delle stalle di un territorio umbro, laziale e marchigiano così duramente colpito dal sisma di fine agosto e ottobre.

Al XXIII Premio Volontariato Internazionale FOCSIV 2016, per il secondo anno, è stata conferita la Medaglia del Presidente della Repubblica  ed è sotto l’alto Patrocinio del Parlamento Europeo ed ha ricevuto il Patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale, del Ministero dell'Interno, del Ministero del Lavoro e della Politiche Sociali, del Pontificio Consiglio della Giustizia e Pace, dell’Agenzia Nazionale per i Giovani e della RAI – Segretariato Sociale.

“Sono ancora fermamente convinto che il Servizio Civile, così come lo pensammo 20 anni fa, abbia generato un movimento di giovani capaci di suscitare sentimenti di solidarietà tra i popoli che ci hanno condotto ad abbattere muri e a costruire ponti e che, oggi più che mai, sono il baluardo contro le derive populiste del nostro Continente. Potrei definirli come la Migliore Gioventù della nostra cara e vecchia Europa. - ha dichiarato Gianfranco Cattai, presidente FOCSIVNella stessa convinzione abbiamo scelto di premiare un volontario straniero impegnato nel proprio paese in progetti di sviluppo umano e cooperazione, come simbolo dell'impegno di tante persone, anche immigrate, che si adoperano attivamente per la crescita dei paesi di origine. Non solo sono risorse preziose, quando volontari, per la crescita economica e sociale del proprio paese, ma sono, soprattutto, portatori di un patrimonio di esperienze, valori e competenze per gli stati che li accolgono, capaci di generare, con l'integrazione, un processo di innovazione sociale propositivo.” 

Dopo i saluti e l'introduzione di Gianfranco Cattai, presidente FOCSIV, intervengono Federico Soda, Direttore OIM – Ufficio di Coordinamento per il Mediterraneo, Charito Basa, Vice – presidente Filippino Women's Council, Silvia Costa, Presidente della Commissione Cultura e Istruzione del Parlamento Europeo,Luigi Bobba, Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, don Michele Autuoro, Direttore Fondazione Missio, Giovanni Parapini, Direttore Comunicazione e Relazioni Esterne RAI, Massimiliano Simonelli, Direttore Territoriale UBI Banco di Brescia, infine la cerimonia di premiazione e della consegna delle menzioni con la presenza di Matteo Calabresi, Responsabile Servizio per la promozione del sostegno economico alla Chiesa cattolica, Paolo Ruffini, Direttore TV2000, Dioma Cleophas Adrien, Rappresentante delle organizzazioni e associazioni di immigranti al Consiglio Nazionale per la Cooperazione allo Sviluppo, Luciano Scalettari, Responsabile desk volontariato Famiglia Cristiana, Roberto Moncalvo, Presidente nazionale Coldiretti. Moderatore della mattinata Marco Tarquinio, Direttore Avvenire.

Sono Partner Fondazione Missio, Forum Nazionale Terzo Settore, Coldiretti e novità di quest’anno 8x1000 Chiesa Cattolica e l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) - Ufficio di Coordinamento per il Mediterraneo. Infine, accanto ai media partner storici Famiglia Cristiana, TV2000, Avvenire eRedattore Sociale, il Premio si avvale anche di Corriere.it Sezione Sociale e Radio Vaticana.

Anche l’edizione di quest’anno, può contare sulla presenza degli “Amici del Premio” che danno spazio ed eco all’iniziativa: Mondo e Missione, Missioni Consolata, Unimondo, Rete Sicomoro, EMI, Repubblica Mondo Solidale, Volontari per lo Sviluppo, Festival Ottobre Africano e Associazione Joint. Sponsor tecnici  Raptim Humanitarian travele Brussels Airlinese con il contributo di UBI Banca.

www.premiodelvolontariato.it  #ViPremio2016

Ufficio Stampa FOCSIV
Giulia Pigliucci 335.6157253 ufficio.stampa@focsiv.it
Marta Francescangeli tel. 06.6877796 comunicazione@focsiv.it
 

2 - 4 dicembre, Torino: Migrathon, la maratona digital per inventare app per i migranti

 

 

Promosso da 

 

 

Con il sostegno di

AICS.jpg

Realizzato in collaborazione con     

 

Dal 2 al 4 dicembre si terrà a Torino MIGRATHON, una maratona digitale per realizzare un primo modello di app o piattaforma digitale di informazione per i Migranti interni in Africa Occidentale

 

"Migrathon" è un hackathon, cioè una maratona digitale di più giornate, che si realizza in gruppi misti tra migranti, web designer e sviluppatori, associazioni specializzate sul tema, con l'obiettivo di produrre un primo modello di app o piattaforma digitale per l’informazione dei migranti interni in Africa occidentale, fruibile anche da telefoni di prima generazione e in assenza di connessione internet.

 

Perché una app per migranti in Africa Occidentale

Su una popolazione attuale di 1 miliardo di persone, i migranti in Africa sono circa 34 milioni, di cui solo un terzo all’esterno del continente (Nazioni Unite, 2015). 21 milioni sono gli immigrati presenti all’interno dell’Africa stessa. In particolare nel 2016, 80.000 migranti provenienti dall’Africa dell’Ovest  hanno intrapreso il viaggio verso il Mediterraneo, attraversando il deserto con tappe a  Dakar, Ouagadougou e Agadez.  Una volta intrapreso il deserto, i migranti sono vulnerabili e oggetto di tratta e di tortura sia nelle prigioni libiche che nel tratto del mar Mediterraneo. La quasi totalità degli intervistati ammette di aver intrapreso il viaggio senza un livello di informazioni adeguate sui rischi della migrazione, né sulle alternative in loco.

 

Il progetto

L'iniziativa si svolge all’interno del più ampio programma PUCEI (Progetto di urgenza per la creazione di impiego in favore dei giovani e delle donne delle regioni di Saint Louis (Senegal) Oio, Cacheu e Tombali (Guinea Bissau) e Alta Guinea (Guinea) e d’informazione per i potenziali migranti irregolari realizzato con il sostegno dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

Il programma ha l’obiettivo generale di ridurre la vulnerabilità dei migranti, offrire informazioni veritiere sui rischi della migrazione irregolare e creare alternative concrete di impiego in loco.  

L’hackathon è organizzato da ONG 2.0CISVLVIATOP-IX , AST

 

Attraverso la realizzazione di una App Open Source e di strumenti digitali, il progetto si propone due obiettivi di ampio respiro:

  • Informare le comunità locali in Senegal, Guinea, Guinea Bissau, sui rischi della migrazione irregolare e sui servizi di protezione sociale presenti sul territorio.

  • promuovere la conoscenza di iniziative di cooperazione volte a creare competenze e opportunità di lavoro in loco.

La App, oltre ad essere fruibile da parte dei migranti tramite telefono e implementabile nei contenuti da loro stessi e dalle associazioni del territorio, deve essere utilizzabile come piattaforma per ONG e altre istituzioni attive nella cooperazione volta a favorire lo sviluppo locale.

Al termine dei lavori dell’hackathon sarà premiato il team che ha prodotto il modello migliore. Il premio consiste in un viaggio e soggiorno in Senegal per partecipare al secondo hackathon del progetto che si terrà a Dakar nel mese di febbraio con l’obiettivo di contestualizzare e migliorare il modello, di concerto con gli sviluppatori locali.

 

_________________________

 

Per informazioni

Silvia Pochettino, Ong 2.0, training@ong2zero.org, cell 3469546862

Luca Indemini, Top-Ix , press@top-ix.org

 

LVIA festeggia i 50 anni ed offre un tam-tam di eventi al territorio: dal 6 al 13 dicembre a Cuneo

 
LVIA festeggia i 50 anni con un tam-tam di eventi:
TI ASPETTIAMO DAL 6 AL 13 DICEMBRE A CUNEO
 
  • Venerdì 9 e sabato 10 dicembre: Forum LVIA “LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE: un percorso di reciprocità” presso il Centro Incontri della Provincia, Sala Einaudi, in corso Dante 41 a Cuneo. 
Informazioni logistiche: è possibile usufruire dell'osptalità e posti letto messi a disposizione dai soci cuneesi; sono disponibili strutture alberghiere con tariffa agevolata nei pressi dei luoghi di svolgimento del Forum; i partecipanti al Forum potranno consumare i pasti del 9 e 10 dicembre presso strutture di ristorazione convenzionate. Per informazioni chiamare la Segreteria LVIA: 0171/696975. E' gradita la conferma di partecipazione nei giorni precedenti al Forum.
  • Dal 6 al 13 dicembre: "Porte Aperte LVIA: mostre, video, attività interattive per conoscere i 50 anni di una storia di pace e cooperazione tra i popoli”. A Palazzo Samone in via Amedeo Rossi, 4. Le scuole possono prenotare la visita guidata nei giorni 7-12-13 dicembre, telefonando allo 0171.696975.
L’inaugurazione sarà martedì 6 dicembre alle ore 15.30.
ORARI di "PORTE APERTE": 7/12 ore 9.30-13.00 e 14.00-18.30; 8/12 ore 15.00 - 18.30; 11/12 ore 15.00 - 18.30
12/12 ore 9.30-13.00 e 14.00-18.30; 13/12 ore  9.30-13.00 e 14.00-18.30
  • Venerdì 9 dicembre alle ore 21: spettacolo musicale con i Kachupa, il Coro Moro e Le Madamè, presso il Teatro Toselli. Ingresso libero. I contributi raccolti durante la serata saranno destinati ai progetti LVIA di lotta alla malnutrizione infantile in Burkina Faso.
  • Sabato 10 dicembre: cena di solidarietà a sostegno dei progetti idrici LVIA in Kenya, organizzata dai partecipanti ai viaggi di conoscenza. Alle ore 20, presso la Parrocchia San Pio X a Cerialdo. Prenotazioni entro il 5/12 allo 0171.696975

Nella giornata del 9 dicembre, è attesa la partecipazione di Gianluigi Buffon, capitano della nazionale di calcio per un saluto a tutti gli amici LVIA. 

Sono gli eventi che LVIA offre al territorio per condividere 50 anni di volontariato e cooperazione internazionale.
Un territorio, il cuneese, dove negli anni Sessanta un primo nucleo di giovani si riunisce intorno a don Aldo Benevelli.
 
Come ricorda Riccardo Botta, che era tra quei primi giovani e che in seguito è diventato il primo Presidente LVIA dopo don Aldo: «Era un po’ gandhiano, un po’ guevarista, ma soprattutto era un testimone cristiano. Ebbe l’intuizione di parlare chiaro in difesa dei poveri e del mondo degli ultimi, di portare all’attenzione del mondo occidentale il cosiddetto terzo mondo. Per questo lo seguimmo in molti in quegli anni, disposti ad abbandonare lavoro, fidanzate, famiglie e carriera, per raccogliere il suo messaggio, la sua lotta per la giustizia».

Oggi LVIA è presente in 10 Paesi africani. Sono quasi 700 i volontari che in questi 50 anni hanno operato con LVIA nei Paesi più poveri promuovendo attività che non sono semplicemente “progetti” ma relazioni, condivisione di idee e risorse, impegno al Nord e al Sud per la costruzione di un mondo più solidale e più giusto.
 
Ezio Elia, presidente LVIA spiega: «In questi 50 anni l’idea da cui è nata LVIA e il sogno che ha animato i primi volontari sono sempre vivi e si sono rinnovati ad ogni sfida che i tempi e i Paesi in cui operiamo ci hanno posto. Anche adesso il mutevole e drammatico contesto mondiale continua ad interpellarci e la LVIA risponde ribadendo che #tuttipossiamofarequalcosa! Abbiamo la necessità di un rinnovato approccio culturale come risposta del territorio alle sfide locali e globali. Una risposta che si sviluppi non in termini di “chiusure” o, al contrario, di “beneficenza” ma in un’ottica di “relazione” e “reciprocità” con il resto del mondo. Voglio quindi felicitarmi e ringraziare tutti quelli che con un pezzo piccolo o grande della loro vita, hanno permesso a questo sogno chiamato LVIA di proseguire per cinquant’anni e di presentarsi oggi con ancora mille potenzialità per continuare ancora a sognare. Affrontiamo il futuro con grinta e speranza, forti del sostegno di tanti amici e compagni di strada, fedeli alla missione associativa intorno alla quale siamo riuniti».

Impossibile rappresentare brevemente la complessità di questa storia, e vi invitiamo a partecipare agli eventi LVIA in questo 50° anniversario.

L’appello dell’associazione è a “Scrivere con noi la storia dei prossimi anni!”

L'iniziativa si svolge con il patrocinio di: Regione Piemonte, Città di Cuneo, Cooperazione Italiana allo Sviluppo - Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. 
Con il contributo di: Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Fondazione CRT, Compagnia di San Paolo, Fondazione Cassa di Risparmio di Fossano, Banca di Cherasco - credito cooperativo.
Con la collaborazione di: FOCSIV - Volontari nel mondo, LINK 2007 - Cooperare in rete, Consorzio ONG Piemontesi, Justitia et Pax.
Media partner: La Guida 
In occasione del 50esimo anniversario dalla fondazione, LVIA ha ricevuto la Medaglia di Rappresentanza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella
 

 

19 novembre, Cuneo: "Il Coraggio di Nuotare". LVIA alla kermesse Scrittori in città con Paolo di Stefano

Nell'ambito della rassegna "Scrittori in città" LVIA vi invita all'incontro IL CORAGGIO DI NUOTARE

Quando: 19 novembre dalle ore 14.30

Dove: Cinema Monviso, via XX Settembre 14, Cuneo

Il protagonista di "I pesci devono nuotare" (Rizzoli) di Paolo Di Stefano, Selim, un ragazzo di diciassette anni, si mette in viaggio dal suo paese vicino al Cairo, verso Nord, verso l’Europa e per farlo deve attraversare il Mediterraneo, lasciarsi alle spalle i vicoli polverosi del suo paese, il rosso delle case, gli affetti per andare là dove pensa sia possibile costruirsi una vita migliore. Il futuro è ricco di promesse, e lui sarà all’altezza, lui saprà superare tutti gli ostacoli, tutti i muri, perché non può essere altrimenti: i pesci devono nuotare.

La storia di Selim è una storia vera, così come vere sono le tante storie di cui è stata ed è protagonista l’Associazione LVIA, da 50 anni attiva in Africa nel campo dello sviluppo e della lotta alla povertà.

Interviene il Presidente dell’Associazione, Ezio Elia. Modera Enrica Giordano. Ingresso: €  3

Evento FB: https://www.facebook.com/events/223726591389768/

L'edizione 2016 di Scrittori in Città è intitolata RICREAZIONE, tema che si presta a diverse interpretazioni: dall'intervallo scolastico, al tempo dedicato al riposo dello spirito e della mente, fatto di letture, teatro, cinema, musica, televisione, lunghe passeggiate. Ma RICREAZIONE anche come necessità di ri-creare, trovare nuove soluzioni in situazioni drammatiche come quelle date dalle guerre, dalla violenza sulle donne, dai diritti negati, dai conflitti nelle famiglie, dal lavoro che manca o è sottopagato.

La partecipazione di LVIA alla rassegna nell'anno del 50esimo anniversario è molto simbolica: una storia di solidarietà che ri-crea nuove storie di speranza, diritti, reciprocità e pace.

Dopo l'incontro, sempre al Teatro Toselli, ci sarà una serata dedicata al ricordo e all’omaggio a Gianmaria Testa che ruota attorno al suo libro "Da questa parte del mare (Einaudi)". Un viaggio struggente, per storie e canzoni, sulle migrazioni umane, ma anche sulle radici e sul senso dell'umano..

Dalla prima edizione nel 1999, ogni anno più di cento autori intervengono per presentare i loro ultimi lavori, freschi di stampa, offrendo la loro personale interpretazione del tema conduttore dell'edizione. Una serie di dibattiti, tutti a più voci, per far sì che gli incontri non siano una semplice presentazione-promozione editoriale, ma un'occasione di confronto e crescita, per chi ascolta e per chi interviene.

2 dicembre, Torino: "PIANO PIANO ... diventi grande". Serata di musica e solidarietà per i 50 anni dell'Associazione

 

50 anni di storie di solidarietà sono tanti.

Per festeggiarli a Torino LVIA ha organizzato una serata di musica e solidarietà.

L'appuntamento è per il 2 dicembre in Corso Dante 14, presso la Sala Polivalente Lia Varesio dell'ATC.

Le musiche di Beethoven e Brahms, interpretate da un duo d'eccezione: Alessio Cioni e Francesco Mazzonetto.

GUARDA IL VIDEO DI INVITO ALL'EVENTO

L'evento è a sostegno della Campagna "Mangia, che diventi grande! Aiuta una mamma del Burkina Faso a far crescere il suo bambino" che LVIA ha lanciato a supporto delle azioni di lotta alla malnutrizioneinfantile in BurkinaFaso.

La serata è realizzata con il Patrocinio della Regione Piemonte e della Città di Torino, nell'ambito del progetto "Salute e nutrizione della madre e del bambino nella Regione del Centro - Ovest: protezione dei primi 1.000 giorni di vita cruciali per la crescita del bambino" AID: 10340/MMI/HVO, cofinanziato dalla Cooperazione italiana allo Sviluppo.

Segui l'evento su facebook

Per info e prenotazioni: LVIA - tel: 011.74.12.507; mail: italia@lvia.it

“Mangia, che diventi grande! Aiuta una mamma del Burkina Faso a far crescere il suo bambino” deve raggiungere il traguardo degli 85.000 euro: con questa cifra è possibile coprire i costi di ospedalizzazione (ricovero, cure, medicine) per 1.700 bambini, accompagnati dalle loro mamme, che a causa delle complicanze della malnutrizione necessitano il ricovero ospedaliero.

L'immagine della donna con il bimbo è di Claudio Massarente

x-web-mele-2015_foto.jpg

 

19 settembre 2016 Vertice ONU sui grandi movimenti di rifugiati e migranti

FOCSIV partecipa alla richiesta di un piano che protegga i rifugiati, i migranti e gli sfollati senza se e senza ma.

Oggi al Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite di New York l'Assemblea Generale ONU è chiamata ad adottare una Decisione concordata ai primi di agosto e a definire le raccomandazioni per gli Stati sulla questione del miglioramento della protezione e del governo dei movimenti dei migranti e dei rifugiati. Un Global Compact che assicuri la responsabilità condivisa tra gli Stati a favore di migrazioni legali, sicure e dignitose e che attui, allo stesso tempo, un Piano di Risposta concreto, così come richiesto dal Segretario Generale ONU Ban Ki-Moon, per fronteggiare l'emergenza migratoria.

FOCSIV - Volontari nel mondo, federazione di cui LVIA è tra i soci fondatori, si è resa promotrice in Italia del documento "A new deal for refugeees, migrants and societies", espressione dell’Action Committee, portavoce delle rappresentanze della rete della società civile, che chiede che siano disposte quattro linee di azione che gli Stati dovrebbero attuare immediatamente sulla base di una responsabilità condivisa a livello internazionale, e che siano volte realmente alla protezione dei rifugiati, migranti e sfollati senza distinzione e senza che alcuno sia lasciato indietro.

Il Comitato convocato dall’ICMC - International Catholic Migration Commission, dall’ICVA - International Council of Voluntary Agencies e dal Committee on Migration è composto da 22 ONG con lunga esperienza in materia di rifugiati, migranti, spostamenti forzati e diritti umani ed il documento di New York nasce sulla base dei risultati espressi dalla società civile e raccolti tramite sondaggi, e tenendo conto delle raccomandazioni disposte nel report “In Safety and Dignity” del Segretario Generale ONU.

«Oggi constatiamo amaramente che, nonostante la formale volontà espressa dai Governi a livello internazionale di affrontare questa crisi senza precedenti, sono molti gli Stati che non stanno ottemperando agli obblighi disposti dai trattati o dalle convenzioni sottoscritte. Anzi si continua a violarli prendendosi gioco del diritto internazionale e pregiudicando inesorabilmente il futuro e la vita di milioni di persone. - ha sottolineato Gianfranco Cattai, Presidente FOCSIV - Insieme ad altre organizzazioni della società civile abbiamo valutato il documento che verrà adottato dal Summit in cui il tanto raccomandato approccio più umano e dignitoso trova, di fatto, molti ostacoli nell'essere definito e attuato. Mancano azioni immediate e risposte urgenti ed il tutto è rimandato  all'adozione del CRR - Comprehensive Refugee Response Framework. – nel 2018 - ha proseguito Cattai - Bisogna ritrovare il senso di solidarietà per i nostri vicini, come indicato da Papa Francesco, ad iniziare dall'Europa. Condividiamo il pensiero e l'indicazione del Santo Padre quando ci sprona ad agire ed a rispondere alla "globalizzazione del fenomeno migratorio con la globalizzazione della carità e della cooperazione, in modo da umanizzare le condizioni dei migranti. Alla solidarietà verso i migranti ed i rifugiati occorre unire il coraggio e la creatività necessarie a sviluppare a livello mondiale un ordine economico-finanziario più giusto ed equo insieme ad un accresciuto impegno in favore della pace, condizione indispensabile di ogni autentico progresso.»

Prima verifica di quanto stabilito al Summit sarà il Vertice dei leader mondiali sulla crisi globale dei rifugiati, ospitato da Barak Obama domani 20 settembre. Un appuntamento che mira al raggiungimento di tre obiettivi per arginare la crisi mondiale dei rifugiati: ampliare i fondi destinati alle richieste umanitarie ed alle organizzazioni internazionali; allargare il numero delle ammissioni tramite canali legali e reinsediamenti, aumentando l’inclusione, fino ad inserire 1 milione di rifugiati in percorsi formativi e lavoro legale.

FOCSIV con le organizzazioni della società civile continuerà a verificare questi impegni e, al contempo, a denunciare da un lato le violazioni dei diritti umani e dall’altro ad operare concretamente per il diritto alla mobilità per salvaguardare e promuovere la vita e la dignità umana di ogni persona.
 

VOTIAMO MARCO ALBAN VOLONTARIO LVIA al premio del Volontariato Internazionale FOCSIV

     
français       english  

 
Amiche e amici, vi chiediamo di votare per assegnare il premio del volontariato internazionale al nostro volontario Marco Alban, volontario LVIA in Burkina Faso e Mali.

Vincere il premio significa per LVIA diffondere la cultura del volontariato e, inoltre, l'associazione vincitrice riceverà 20.000 Euro (destinati dall'8x1000 della Chiesa Cattolica) con cui LVIA potrà supportare i progetti in Burkina Faso e Mali in cui Marco è impegnato.

I quattro volontari più votati on line dal pubblico, passeranno alla fase finale del concorso e una commissione decreterà il/la volontario/volontaria dell'anno.

Si vota fino al 30 settembre!

 

Marco racconta il suo volontariato internazionale
Il video in 3 minuti ...

COME VOTARE? 

CON EMAIL
Registra i tuoi dati e controlla la tua email dove riceverai il link per votare.
A questo punto puoi votare per Marco, lo trovi a questo link http://premiodelvolontariato.focsiv.it/participant/marco-alban/44/info
Se hai votato correttamente, vedrai il numero di voti aumentare contemporaneamente al tuo click
 
OPPURE
 
con FACEBOOK
clicca “ACCEDI CON FACEBOOK”, accetta l’autorizzazione al trattamento dati.
Sei re-indirizzato al sito del premio, seleziona ACCEDI in alto a destra e riclicca su ACCEDI con FACEBOOK.
A questo punto puoi votare per Marco, lo trovi a questo link http://premiodelvolontariato.focsiv.it/participant/marco-alban/44/info
Se hai votato correttamente, vedrai il numero di voti aumentare contemporaneamente al tuo click
 
Si vota fino al 30 settembre! Diffondi il messaggio!
IMPORTANTE:
IN CASO DI MALFUNZIONAMENTO NELLA VOTAZIONE,
mettendo in copia italia@lvia.it 
risolveremo al più presto il tuo problema.
 
I problemi più frequenti:
  • effettui la registrazione e non ricevi l'email di conferma che ti permetterà di votare: aspetta qualche ora. Se l'indomani non hai ricevuto l'email, contattati 
  • ricevi l'email di conferma registrazione, ma il link indicato nell'email (che ti permetterebbe di votare) non funziona: vai alla pagina CREA ACCOUNT http://premiodelvolontariato.focsiv.it/registration/register  e compila la parte destra del format (intitolata "ACCEDI") con email e password che avevi utilizzato per registrarti. Se non riesci ad accedere neanche in questo modo, contattaci
  • per ogni altro problema scrivici, indicando l'email che hai utilizzato per registrarti al sito

Puoi anche chiamarci al numero 011/7412507 chiedendo di Lia Curcio

 
 

 

13 - 19 giugno 2016: Settimana della Laudato Si’

 
 
In occasione del primo anniversario dell'Enciclica Laudato Si', il Movimento Cattolico Mondiale per il Clima promuove la settimana della Laudato Si' (13 - 19 Giugno), con l'obiettivo di mobilitare comunità di tutto il mondo per organizzare eventi legati alle tematiche toccate dal nell’Enciclica, che si focalizza sulla "cura del creato": la tutela della Terra, delle risorse naturali e dell'ambiente.
 
In occasione di queste celebrazioni, LVIA promuove la Dichiarazione Inter-religiosa per la firma degli accordi di Parigi sul Clima.
 
Il Movimento Cattolico Mondiale per il Clima, prima della firma dell’Accordo di Parigi sul clima ha pubblicato tale dichiarazione (Interfaith Climate Change Statement) che, oltre a sollecitare la firma e la ratifica tempestiva dell’Accordo da parte dei governi, chiede un aumento significativo degli attuali livelli di impegno in materia di riduzione delle emissioni, maggiore consistenza dei finanziamenti, eliminazione dei sussidi ai combustibili fossili e accelerazione della transizione verso l’uso di energia 100% rinnovabile entro il 2050.
 
La dichiarazione, sottoscritta anche da LVIA, è stata consegnata il 18 aprile 2016 al Presidente dell’Assemblea Generale dell’ONU, e ha anche il proposito di rinnovare il forte impegno delle diverse comunità religiose nel definire la responsabilità morale verso la Cura del Creato e nel promuovere concretamente pratiche di stili di vita sostenibile.

Chiediamo tutto il  vostro supporto nella firma e diffusione della dichiarazione, disponibile al seguente link

La federazione italiana delle ong d'ispirazione cristiana FOCSIV, a cui LVIA aderisce, fa parte del Movimento Cattolico Mondiale per il Clima e promuove la Settimana della Laudato Si’ in italia, come una grande festa per riflettere sul messaggio del Pontefice e sui nostri stili di vita, con iniziative multimediali e azioni  sul territorio. 

Tra le diverse iniziative, il viaggio virtuale “Viaggiamo con la Laudato Sì per la cura della casa comune”, proposta da FOCSIV che grazie a schede di riflessione, video, testi, giochi, buone pratiche, frutto del lavoro di diverse organizzazioni della società civile, coadiuva la conoscenza, l'analisi e l'approfondimento su questo importante testo. 

Come ha evidenziato il Presidente FOCSIV Gianfranco Cattai “Con la Settimana della Laudato Si’ intendiamo mettere in luce la forza del messaggio di Papa Francesco, testimoniando che ci sono cittadini, organizzazioni, diocesi, comunità locali seriamente impegnate a cambiare i propri stili di vita e a promuovere politiche di giustizia climatica. FOCSIV, con i suoi 80 Soci, è custode di queste buone pratiche sul territorio italiano e con i partner del Sud: valorizzarle e diffonderle in modo adeguato è il primo contributo che possiamo dare per rendere migliore la nostra casa comune secondo la riflessione che Papa Francesco ci ha donato con la Laudato Sì.”

Le attività sui territori saranno accompagnate da una campagna social collegata alla più ampia campagna Change for the Planet – Care for the People, in corso con CIDSE. Saranno pubblicati approfondimenti e video interviste per porre in evidenza l'urgenza morale di affrontare le crisi ecologiche e sociali di oggi attraverso un cambiamento radicale negli stili di vita delle persone, promuovendo alternative sostenibili guidate dalle comunità.

Condividi contenuti

LVIA - Via Mons. Peano 8 b - 12100 Cuneo - c.f. 80018000044 - Contatti
Area Riservata - Privacy